Casa Famiglia “Alessia e i suoi Angeli”, Antananarivo

I ragazzi della Casa Famiglia di Ambanja, una volta concluso il percorso scolastico primario a 14 anni, proseguono gli studi presso la capitale, Antananarivo. Padre Stefano ritiene prioritario poter garantire loro il proseguimento degli studi, anche fino all’Università perché, come lui dice, “senza educazione e istruzione non si va da nessuna parte”.

La casa famiglia, situata su una collina a 15 minuti da Antananarivo, sorge su un terreno di circa un ettaro ed è composta da tre palazzine indipendenti, di due piani ciascuna.

Ogni palazzina è dotata di 6 camere da letto, 4 bagni, cucina e salone.

Due palazzine sono interamente abitate dalle ragazze mentre la terza sarà adibita a laboratorio tessile e ad ambulatorio odontoiatrico.

Le case sono state terminate nel 2015 grazie al contributo di due Fondazioni Svizzere mentre il terreno era stato acquistato nel 2013 a seguito di un inaspettato lascito testamentario a favore di Padre Stefano.

La zona su cui sono costruite le palazzine non è servita dal trasporto pubblico pertanto per gli spostamenti si rende necessario l’uso di un mezzo privato.

Per il sostentamento della casa parte del terreno è stata adibita ad orto e per l’approvvigionamento dell’acqua Padre Stefano ha scavato un pozzo sfruttando una falda acquifera esistente.

Nella casa famiglia vivono 41 ragazze e 3 ragazzi, dai 14 ai 22 anni. 39 ragazzi frequentano le scuole superiori e 5 ragazze l’università. La Casa Famiglia è diretta da Padre Stefano e gestita dalla Dott.ssa Felicita, medico in pensione che ha collaborato con padre Stefano per oltre vent’anni nell’Ospedale St. Damien, coadiuvata da tre educatrici.